Il Parco dei Laghi della Vallata, un’idea che cresce!

I comuni di Revine-Lago e Tarzo vi invitano ad un incontro, Venerdì 10 Ottobre 2014, alle ore 20:30.
Attenzione! A causa di indicazioni di affluenza maggiori del previsto, l’incontro si terrà non più al Livelet, come riportato nelle locandine, ma al Salone della Comunità, ovvero la vecchia chiesa di Lago di Revine Lago (TV).
Discuteremo del futuro dei laghi e delle opportunità che offrono, a partire dal loro straordinario patrimonio naturale ma non solo.

PARCO_locandina_def_R

Programma della serata.

Ore 20:30
Il patrimonio naturale: risorsa per la valorizzazione del territorio.

Michela Coan – Sindaco del Comune di Revine Lago
Gianangelo Bof – Sindaco del Comune di Tarzo
Franco Manzato – Assessore della Regione Veneto (Agricoltura, Parchi e aree protette)
Leonardo Muraro – Presidente della Provincia di Treviso


Ore 21:00
Idee e opportunità per lo sviluppo sostenibile e la gestione di un parco naturalistico.

Arch. Elvio De Monte – Gruppo di progetto del Piano Ambientale del Parco dei Laghi della Vallata.
“Come è nato il Parco e perché: un percorso da fare insieme”.

Dott. Simone Pedron – Archeologo, Coordinatore scientifico del Parco Archeologico Didattico del Livelet.
“L’esperienza del Parco Archeologico didattico del Livelet: attività in corso, progetti e idee per il futuro”.

Dott. Vladimiro Toniello – Biologo, esperto di qualità delle acque, flora e fauna locale.
“Ho visto cose che voi umani… Le rarità naturalistiche di questi laghi e alcune idee di valorizzazione turistica e didattica”.

Prof. Fabio Perco– Naturalista, Direttore della Stazione Biologica Isola della Cona, RNFI (GO).
“L’esperienza trentennale di rinaturalizzazione e gestione dell’ Isola della Cona nella Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo: sostenibilità economica e vantaggi per il territorio”.

Dott. Renato Semenzato – Biologo, consulente di Parchi e Aree protette.
“Gestione delle zone umide: l’esperienza del Parco Regionale Lombardo della Valle del Ticino (MI). Azioni necessarie per la conoscenza e promozione dei luoghi”.

Adriano De Stefano – Responabile di zona per l’Ente Nazionale di protezione degli Animali (ENPA).
“Migrazioni degli anfibi nella Vallata: numeri, emergenze, opportunità”.

Dott. Carlo Scoccianti – Biologo, progettista e direttore delle Oasi WWF Stagni di Focognano e Val di Rose (FI)
“Gli Stagni di Focognano e l’Oasi WWF Val di Rose (FI): valorizzazione degli habitat naturali in ambienti antropizzati, attività compatibili, conservazione della tipicità dei luoghi e sostegno dell’economia locale”.

Dott. Mauro Giovanni Viti e Dott. Mauro De Osti– Sezione Parchi Biodiversità Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori – Regione del Veneto.
“Valorizzazione e promozione delle aree naturali protette presenti sul territorio veneto”.

Pubblicità

Il patrimonio naturale: risorsa per la valorizzazione del territorio.

La nascita del Parco dei Laghi della Vallata rappresenta la volontà di riscoprire una risorsa naturale meravigliosa e rara, con grandi potenzialità ancora inespresse.
La promozione di questo importante sito naturale d’interesse comunitario può costituire il motore capace di offrire nuove opportunità di valorizzazione anche alle molte altre risorse di questo territorio: dall’archeologia ai borghi storici, dall’agricoltura sostenibile alla collina e alla montagna, dalla ricettività all’enogastronomia, dalla didattica alle attività del tempo libero, dal turismo locale a quello internazionale.

I comuni di Revine-Lago e Tarzo intendono riprendere, insieme e con rinnovata energia, il percorso di concreta attivazione del Parco dei Laghi della Vallata e di valorizzazione compatibile e sostenibile del territorio, in accordo con gli altri comuni dell’area, la Provincia e la Regione del Veneto, sviluppando la collaborazione con il Parco Archeologico didattico del Livelet che molta strada ha fatto in questi anni.

Il primo passo di questo cammino inizia oggi da una riflessione sulla natura dei laghi, sulle fragilità e al contempo le molte opportunità che questo ambiente offre, ascoltando le esperienze di gestione concreta di altre importanti aree naturalistiche umide (dal Friuli Venezia Giulia alla Toscana), con la volontà di non fermarsi alle parole ma di iniziare davvero un percorso di nuove opportunità, aperto alla partecipazione di tutta la cittadinanza, che vedrà altri piccoli passi seguire, con concretezza, l’uno all’altro.

Il “Parco di Interesse locale dei Laghi della Vallata” è stato formalmente istituito a fine 2011, con il contributo regionale e un progetto congiunto dei comuni di Revine-Lago e Tarzo, ai sensi dell’Art.27 della Legge regionale n.40 del 1984. Da allora è in vigore il “Piano Ambientale” che costituisce la norma unitaria di riferimento per l’ambito del Parco di entrambi i comuni.

Relatori.

Dott. Mauro Giovanni Viti e Dott. Mauro De Osti – Regione del Veneto
Direttore e funzionario della “Sezione Parchi Biodiversità Programmazione Silvopastorale e Tutela dei Consumatori” con competenza di coordinamento e gestione delle azioni di conservazione, tutela e promozione delle aree naturali protette del territorio veneto.

Arch. Elvio De Monte.
Architetto e pianificatore, consulente con Tepco Srl nella redazione di piani urbanistici di vario livello in ambito regionale e provinciale, tra i quali il “Piano di Assetto territoriale Intercomunale della Vallata”, il “Piano Regolatore del Comune di Revine-Lago” e il “Piano Ambientale del Parco dei Laghi della Vallata”.

Dott. Simone Pedron
Archeologo e coordinatore scientifico del “Parco Archeologico didattico del Livelet”, con specializzazione in ambito preistorico e protostorico e interessi rivolti principalmente allo scavo e alla ricostruzione del territorio, all’archeologia sperimentale ed alla didattica con impiego di software libero e open source.

Dott. Vladimiro Toniello
Naturalista e geomorfologo, con all’attivo una lunga esperienza e numerose pubblicazioni relative all’ambiente locale ealla sua evoluzione. Ha approfondito lo studio della qualità delle acque sotterranee e dell’ambienteumido dei laghi della Vallata, conta una lunga esperienza didattica e come guida naturalistica.

Prof. Fabio Perco
Naturalista, direttore scientifico della “Stazione biologica dell’isola della Cona”, nella Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo (GO), vanta una pluridecennale esperienza negli interventi direalizzazione e gestione di aree naturalistiche, anche sotto il profilo didattico, autore di numerose pubblicazioni scientifiche in ambito naturalistico e ornitologico.

Dott. Renato Semenzato
Laureato in Scienze Biologiche, consulente di numerosi Parchi e Aree protette in ambito regionale e nazionale, ha svolto attività di correlatore di tesi di laurea, svolto progetti faunistici, realizzato studi, convegni, pubblicazioni, valutazioni di impatto ambientale, programmi di gestionefaunistica e faunistico venatoria.

Adriano De Stefano (ENPA Treviso)
Presidente della Sezione di Treviso dell’Ente Nazionale Protezione Animali, attivista nel settore ambiente, ecologia, animali dal 1980. Dal 2003 coordina l’azione dei volontari del “Progetto Salvataggio Anfibi” ai Laghi della Vallata, tra Revine, Tarzo, Tovena e Soller.

Dott. Carlo Scoccianti
Biologo, Socio Fondatore della Societas Herpetologica Italica, autore di numerosi articoli scientifici sulla realizzazione e gestione di ecosistemi umidi, aree protette, reti ecologiche ecorridoi faunistici, con attività di docenza e corsi di specializzazione postlaurea presso numerose Università italiane. In provincia di Firenze ha progettato e mantiene la Direzione scientifica delle Oasi WWF “Stagni di Focognano” (Campi Bisenzio) e “Val di Rose”, oltre che dell’area protetta “Lago Casanuova” (Signa).